Notiziario9 - Sito web della Parrocchia di Giubiasco

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Notiziario9

Pagine Notizario


I L    N O T I Z I A R I O
Vita parrocchiale

COSA BOLLE IN PENTOLA?
Notiziario dei prossimi avvenimenti comunitari


"Unitamente a don Elia e a alla comunità che frequenta la parrocchia e le sue iniziative pastorali, vi invito a scegliere tra le proposte, quelle che più si addicono alla crescita e alla formazione dell'adulto."

La Comunità sente il bisogno di nuovi catechsiti, di nuovi docenti di religione nella scuola. Sente il bisogno dell'aiuto di genitori dei ragazzi per collaborare all'attività educativa e formativa all'interno della comunità.
La Parrocchia è una delle componenti dell'offerta educativa nel campo religioso e spirituale e fa di tutto per restare all'altezza del compito educativo affidatole. Educare alla fede è compito dei genitori, prima, e della comunità poi. L'educazione offerta dalla Parrocchia non si limita al culto e alla Liturgia, ma spazia anche sui contenuti della religione cattolica. Ogni età ha i suoi metodi e la sua didattica. Ogni età ha da essere aiutata nell'offerta educativa. In parrocchia vi sono: attività scout, attività di educazione per accostarsi alla Liturgia domenicale (Prima Comunione) , attività educative per gli adolescenti nell'Avventura della fede  che è un'attività oratoriale per quei ragazzi i cui genitori lavorano anche di mercoledì quando i ragazzi sono liberi dallimpegno scolastico. La comunità educa gli adolescenti perché comprendano la ricchezza di ricevere lo Spirito Santo mediante il sacramento della Cresima. La parrocchia accompagna i futuri sposi alla preparazione al matrimonio. La parrocchia offre contenuti di fede agli adulti mediante la Catechesi degli adulti che si svolge mensilmente. La parrocchia ha un gruppo di famiglie che si radunano perché sia bello il trovarsi insieme quando si lavora, ci si ama e si hanno figli da educare.
La gamma dell'educazione spazia poi anche nei comportamenti d'attenzione ai poveri nei gruppi che fanno visita ai malati o si recano in visita a Casa Aranda. Come ci si occupa dell'attività missionaria per favorire l'annuncio a chi è lontano, per sostenere l'attività diretta dei missionari, ma anche per occuparsi di chi è "lontano" alle nostre stesse latitudini.
Come si vede l'impianto educativo è immenso e esige la collaborazione di molti.

                                                                                        ************************

Don Rolando Leo offre degli incontri mensili ai giovani del bellinzonese
per favorire una modalità d'incontro educativa e perché l'impegno cristiano non finisca con la celebrazione della Cresima. La continuità, infatti, forma una mentalità cristiama che poi entra nelle relazioni di gruppo, nella professionalità e nella vita scolastica. Le date di "Ritroviamoci" sono: 13 aprile all'Oratorio della Collegiata di Bellinzona; 4 maggio all'Angolo d'Incontro; 1 giugno all'Angolo d'Incontro.

Anche la primavera ti interroga: Quale novità darai alla tua vita? rispetta l'ambiente. La terra, l'aria, l'acqua attendono un rispetto per farne dono anche alla generazione che verrà.

Anche la risurrezione di Cristo t'interroga.
Quale novità introduci nella tua vita per dare lode al Cristo che ti ha perdonato e ha vinto la tua morte donandoti risurrezione del corpo e vita eterna?
Farai maggior posto a Dio nel tuo vivere quotidiano?

Anche il tuo Battesimo t'interroga:
Quale novità porti dentro la tua società?
Interessati dei problemi sociali, del dialogo tra comune e Quartiere, tra il rispetto delle tue responsabilità professionali e familiari e la vita civica e sociale della comunità in cui vivi. Cristo ti ha fatto lievito che fermenta la storia.

Venerdì 13 aprrile alle ore 20.00 nella chiesa parrocchiale a Giubiasco gli 50 cantori del Singknaben der St. Ursenkathedrale di Soletta insieme al Coro Cantori della Turrita di Bellinzona offrono un concerto per gli 80 anni della scuola di canto dei Cantori della Turrita. Al termine: offerta libera.

Sabato 14 aprile in chiesa a Giubiasco alle ore 20.15
viviamo insieme il Musicol RE LEONE: regia di AC diocesana.

Nei giorni 14 e 15 aprile la CANTORIA di Giubiasco apre un banco di vendita per chiedere sostegno alle proprie attività.


PREPARIAMOCI ALLA FESTA DELLA PRIMA VOLTA CHE I BAMBINI SI ACCOSTANO ALLA MESSA DOMENICALE:
-
16 aprile (lunedì) e 23 aprile (lunedì) i genitori che lo desiderano possono incontrare don Angelo per sottoppore le proprie domande. Domande di ogni genere, libere,  che possono essere in ordine alla propria comunione, all'educazione dei giovani, a situazioni particolari, alla lettura della Bibbia, alla vita parrocchiale, ecc.
-
il 18 aprile (mercoledì) i genitori si incontzrano all'Angolo d'Incontro per organizzare i particolari della festa di Prima Comunione  che sarà celebrata in data  6 maggio 2018.

Venerdì 20 aprile 2018 alle ore 20.15 all'Angolo d'Incontro si tiene l'ASSEMBLEA PARROCCHIALE del consuntivo 2017. È aperta a tutta la popolazione (Vai alla pagina del Consiglio Parrocchiale)

Lodiamo l'iniziativa della Fondazione Vita Serena che in data 20 aprile 2018 tiene porte aperte per ammirare l'attività del Centro diurno. Inoltre celebra il 35. mo anno di attività come centro d'incontro per gli anziani e il 40.mo anno di Fondazione.

Martedì 24 aprile il nuovo comune di Bellinzona chiama in assemblea le associazioni del quartiere di Giubiasco alle ore 20.00 al Ristorante S. Giobbe.

Tempo permettendo,
sabato 28 aprile la sezione scout S. Rocco di Giubiasco celebra i suoi 90 anni di attività. Ci sarà un pomeriggio di porte aperte sul prato delle scuole al Palasio presso la Casa Isolina (nuova sede) ed è prevista la MESSA PREFESTIVA ALL'APERTO (Messa da Campo) alle ore 16.30 invece della prefestiva delle 17.30 in chiesa parrocchiale.

In data 1 maggio 2018 è prevista la FESTA DIOCESANA DEI BAMBINI che incontrano anche il vescovo Valerio. Luogo: Istituto Elvetico a Lugano. (sono parte le iscrizioni da inviare a don Angelo)

Caro lettore sei caldamente invitato a partecipare al PELLEGRINAGGIO DIOCESANO A LOURDES.

È il primo pellagrinaggio che si realitta servendosi o dell'aereo o di torpedoni. Anche i malati avranno dei torpedonei appositamente prepararati, molto più confortevoli del materiale rotabile.
Si crede di avere tante iscrizioni da riempire 10 bus che lasceranno la Diocesi partendo da diverse località per dirigersi verso il santuario di Lourdes.
Il viaggio sarà più contenuto che non con il tragitto in treno. Coloro che partecipano sullo stesso bus hanno la possibilità di conoscersi e diventare amici.Per i malati e le persone anziane vi è un bus appositamente attrezzato con tanto di predella per salire e scendere, una toilette comoda anche per chi avesse difficoltà motorie. C'è anche la possibilità di fissare la proria carrozzella al pavimento per coloro che devono rimanere il più a lungo possibile sulla propria carrozzina. Per chi deve viaggiare in posizione sdraiata vi anche la possiobilità di barelle montate accanto al finestrino del bus. L'ambiente sarà sicuramente più traquillo che non in treno.
Il mezzo di locomozione, migliore che non il treno, non supplisce però alle motivazioni personali per le quali ognuno intraprende un pellegrinaggio. Vi possono essere motivi di ringraziamento a Dio, come anche la richiesta di un aiuto speciale per situazioni difficili in famiglia. Anche la preoccupazione che i giovani abbraccino la fede in Cristo può diventare motivo di un pellegrinaggio della famiglia. Tra le motivazioni più sentire dal cuore vi è la domanda della propria santità nello svolgimento della vita quotidiana.
La realtà più ricca p quella di offrire al Signore Dio una settimana nella quale lasciarsi immergere in reltà spirituali e di preghiera. Non capita sovenete di rimenere dentro la preghiera per così tanto tempo. Dio chiederà accoglienza nella propria vita, darà luce forte proveniente dallo Spirito >Santo per essere capaci di scelte coraggiose e in sintonia con il Vangelo

a cura di don Angelo

 
Torna ai contenuti | Torna al menu